Introduzione a GitHub

di Matteo Tumiati, in DevOps,

Abbiamo già parlato in un articolo dedicato, proprio in apertura di questo canale dedicato alle tematiche di DevOps, di Azure DevOps, ovvero il tool che Microsoft ha fatto nel corso degli anni per gestire il ciclo di vita del software, dalla pianificazione delle attività, al loro sviluppo, fino al delivery e al monitoring, rispettando al 100% quelli che sono i benefici di cui abbiamo discusso, portati appunto da DevOps e dalle pratiche agile.

GitHub è un altro strumento similare ad Azure DevOps, nato nel lontano 2008, è stato poi acquisito da Microsoft 10 anni dopo. Sebbene possa sembrare effettivamente identico dal punto di vista delle funzionalità, GitHub nasce con uno scopo leggermente diverso, ovvero quello di poter creare repository solo pubblici e di condividere quello che viene fatto. Proprio così, GitHub nasce come prodotto per fare community e collaborare.

GitHub è cambiato tantissimo nel corso degli anni e, soprattutto dall'acquisizione da parte di Microsoft, ha fatto grandi passi in avanti, considerando anche che il team di sviluppo si è parecchio allargato. Vedremo in dettaglio quali sono le caratteristiche che lo accumunano ad Azure DevOps e quelle che invece lo contraddistinguono, ma è bene sottolineare fin da subito che entrambi i prodotti, almeno per qualche anno ancora, continueranno ad essere sviluppati e supportati, tant'è che le roadmap di sviluppo sono pubbliche e non sono cambiate affatto negli ultimi due anni.

Come accennavamo, in GitHub c'è stata una forte accelerazione, non solo nello sviluppo, ma anche a livello di adoption, ovvero di utilizzo. L'open-source la fa ancora da padrone rispetto all'enterprise, è vero, ma a GitHub non mancano gli strumenti per essere il prodotto numero uno del settore. Se guardiamo principalmente alla parte di condivisione, c'è stato un incremento importante nella creazione di nuovi progetti durante il lockdown del COVID-19:

Moltissimi utenti e organizzazioni, infatti, hanno sfruttato il potere della community per poter creare progetti che servissero a tenere traccia dei contagi in un periodo così critico per la salute pubblica, piuttosto che ad innovare. Non è un caso, infatti, che applicazioni come Immuni, piuttosto che IO o equivalenti creati da altri Paesi siano tutte caricate su GitHub:

GitHub non è solo open-source, come dicevamo e, soprattutto, open-source non significa creare software non sicuro. Infatti, GitHub include moltissime feature di sicurezza adatte all'enterprise, anche specifiche per linguaggio di programmazione:

Non solo, ha tutta una serie di sistemi, alcuni annunciati più di recente a Universe 2020, atti ad identificare il prima possibile potenziali problemi di sicurezza. Agendo prima, e soprattutto con i sistemi automatici di cui GitHub dispone, si possono evitare problemi di credibilità e multe anche piuttosto salate da parte degli enti competenti:

Tutti i dettagli relativi ai report menzionati sono scaricabili da qui.

Vediamo ora, più nel dettaglio, come GitHub ci aiuta nel processo di sviluppo del software, sia nel caso in cui le nostre esigenze sono più legate a tematiche open-source, piuttosto che in ambito enterprise.

4 pagine in totale: 1 2 3 4
Contenuti dell'articolo

Commenti

Visualizza/aggiungi commenti

Introduzione a GitHub 10 10 1
| Condividi su: Twitter, Facebook, LinkedIn

Per inserire un commento, devi avere un account.

Fai il login e torna a questa pagina, oppure registrati alla nostra community.

Approfondimenti

Top Ten Articoli

Articoli via e-mail

Iscriviti alla nostra newsletter nuoviarticoli per ricevere via e-mail le notifiche!

In primo piano

I più letti di oggi

In evidenza

Misc